Richiesta chiarimenti in merito alle decisioni della Regione Abruzzo riguardanti il ricorso del Co.Ge.Vo. avverso il Decreto istitutivo dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano

al Sig. Presidente della Giunta Regionale
Dr.Luciano D’Alfonso

E, p.c.

al Sig. Assessore con delega in materia di Parchi,
Riserve e Montagna
Dr. Donato Di Matteo

Al Sig. Assessore con delega in materia di Demanio Marittimo
Dr. Dino Pepe

Al sig. Assessore con delega in materia di Turismo
Dr. Giovanni Lolli

Al Sig. Consigliere Regionale
Luciano Monticelli

Al Sig. Presidente della Provincia di Teramo
Dr. Domenico Di Sabatino

Al Sig. Presidente del C.d.A. del Consorzio di Gestione
Area Marina Protetta Torre del Cerrano
Dr. Leone Cantarini

al Sig. Sindaco di Silvi
Dr. Francesco Comignani

OGGETTO: Richiesta chiarimenti in merito alle decisione della Regione Abruzzo riguardanti il ricorso del Co.Ge.Vo. avverso il Decreto istitutivo dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano

Illustre Presidente,

ho appreso con estremo stupore che la Regione Abruzzo ha deciso di rinunciare agli atti del giudizio avverso il ricorso del Co.Ge.Vo. per l’annullamento del Decreto di istituzione dell’Area Marina Protetta Torre del Cerrano dianzi al TAR Lazio. Tale decisione, che porta la Sua firma e data il 1° dicembre 2016, comunicata senza alcun preavviso da parte di alcuni membri del Co.Ge.Vo. nel corso della grave interruzione di una Conferenza dei Servizi nella giornata di martedì 14 marzo, mette di fatto in grave pericolo l’esistenza stessa dell’Area Marina.
Non solo. Nella missiva inviata dalla Avvocatura Regionale, nella quale tra i destinatari non figura nessun partecipante della governance locale dell’AMP, ho letto con ulteriore stupore che la Regione, oltre a rinunciare all’intervento ad opponendum rispetto al Co.Ge.Vo, sarebbe addirittura pronta a passare ad adiuvandum delle ragioni che il Consorzio ha già reso noto di far valere di fronte al TAR Lazio.
Tutto ciò rappresenta una totale inversione a 180° rispetto a quanto finora portato avanti da tutti i componenti del Consorzio di Gestione dell’Area Marina, che in questi anni si sono sempre battuti per la tutela di un patrimonio ambientale e marittimo unico in Abruzzo, riconosciuto Sito di Interesse Comunitario e che ha ricevuto numerosi riconoscimenti in campo ambientale e turistico, contribuendo a far conoscere l’Abruzzo e il Cerrano in tutta Italia. La decisione della Regione risulta di difficile comprensione vista la presenza della stessa all’interno del Consorzio di Gestione dell’Area Marina Protetta, portandola nella paradossale situazione di essere all’interno della governance della AMP e contro di questa.
Illustre Presidente, in qualità di presidente dell’Assemblea del Consorzio di Gestione dell’AMP, alla luce del Suo costante impegno verso la nostra Area Marina, impegno testimoniato anche dai numerosi elogi da Lei tribuiti, e alla luce dell’importanza strategica dell’Area Marina per tutto il turismo e l’ambiente abruzzesi, La prego di chiarire il senso delle suddette decisioni, che potrebbero portare a conseguenze assolutamente penalizzanti per un intero territorio quale quello del Cerrano e per la stessa immagine della nostra regione.

Pineto, 15 marzo 2017

Il Presidente dell’Assemblea del Consorzio di Gestione

Robert Verrocchio

Annunci

Informazioni su Antonella Gaita

Giornalista
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Politica, Turismo e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...