Sinistra Italiana: “Mentre il PD teramano litiga sulle postazioni in provincia D’Alfonso offende il corteo della Valle del Gran Sasso e mette a bando benefits spropositati per i dipendenti regionali”

Non lasciate che questo sia il nostro futuro, non lasciateci morire, ascoltateci”.

Queste sono state le parole d’ordine del corteo organizzato dai comuni della Valle del Gran Sasso e promosso per lanciare un grido d’allarme nei confronti delle istituzioni nazionali e regionali sul fronte dell’emergenza maltempo che ha colpito duramente il nostro territorio, un grido fatto di richieste concrete a partire dall’argamento del cratere.

Una manifestazione che ha rappresentato una sorta di prova generale di quella prevista a Roma per il 2 Marzo e che ha fatto registrare un’unità di intenti e di determinazione da parte di diversi attori istituzionali, politici, sindacali ed associativi. Dinanzi a questo protagonismo cittadino e alla volontà di una parte fondamentale del territorio abruzzese di rialzare la testa e di ripartire il governatore D’Alfonso non ha avuto di meglio da fare che offendere il corteo definendolo “carnevalata” e criticando le modalità della protesta. Lo stesso D’Alfonso che continua sullo spazio mediatico nazionale a dare una pessima immagine della Regione a partire dal recentissimo bando da 300.000 euro per i rimborsi e benefits riguardanti spese assistenziali, culturali e ricreative destinato esclusivamente ai dipendenti della giunta regionale ponendo il tetto del reddito annuale a 100.000 euro. L’ennesimo schiaffo in faccia all’Abruzzo e agli abruzzesi che vivono difficoltà economiche e sociali ormai da diversi anni. Determinate questioni comunque non sembrano essere prioritarie per la discussione politica provinciale e in particolar modo per quella del Partito democratico troppo impegnato a dividersi al proprio interno sulla vice-presidenza di un’istituzione, la Provincia, ormai svuotata di valore politico e da rivedere completamente in seguito al referendum costituzionale del 4 dicembre. Al congresso fondativo di Rimini abbiamo spiegato che Sinistra Italiana nasce perché “C’è Alternativa”, le parole di D’Alfonso unite al dibattito surreale interno al PD teramano non fanno che confermare la necessità di offrire ai cittadini di sinistra una proposta politica credibile e radicalmente differente“.

Annunci

Informazioni su Antonella Gaita

Giornalista
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...