Pista ciclabile di Roseto: un’opera strategica per la sostenibilità, l’economia, il turismo

L’inizio di numerosi cantieri relativi al progetto Bike to Coast, percorso ciclabile che, una volta ultimato, unirà la costa abruzzese da Martinsicuro a San Salvo, porta con se numerose polemiche, spesso frutto di scarsa condivisione dei progetti e di una scarsa conoscenza, soprattutto da parte degli operatori economici, dei vantaggi del ciclismo in bicicletta e della mobilità ciclistica urbana“, afferma Marco Borgatti, Presidente FIAB Roseto.

In altre realtà, europee e nazionali, gli investimenti per infrastrutture ciclabili hanno ricadute immediate sui territori, e l’investimento così si ripaga in un solo anno di maggiori fatturati. Il giro d’affari legato al cicloturismo in Europa vane 44 miliardi di Euro. Maggiore appeal turistico delle località, miglioramento delle condizioni urbane, creazione di nuove occasioni imprenditoriali, questi solo alcuni degli aspetti che contraddistingono le città, e i territori, che hanno scelto di essere “bike friendly”. Nel caso della ciclovia adriatica, e in particolare nel caso di Roseto degli Abruzzi, la realizzazione della ciclabile costiera, che unirà la cittadina adriatica ai percorsi già esistenti (o in via di completamento) di Giulianova e Pineto, va a colmare una sorta di “isolamento” che impediva a cittadini e turisti di locali di spostarsi, in maniera sostenibile e in sicurezza, lungo la costa, e ai cittadini e turisti delle altre località di raggiungere in bicicletta la città delle rose, per assistere ad eventi, fare acquisti nei negozi, godere delle caratteristiche naturali della Riserva del Borsacchio o delle spiagge sabbiose del litorale rosetano. Purtroppo non si è ancora ben compreso quali potenzialità di sviluppo economico porti la realizzazione della ciclabile costiera. Roseto in questi decenni è rimasta molto indietro facendosi del male da sola ed il turismo non si rilancia con 5 o 10 parcheggi in più od in meno. Servono prospettive per il futuro in linea con i tempi e le esigenze di cittadini e turisti. I comuni a noi vicini ,dove la ciclabile è continua, hanno potuto contare su un prodotto turistico mare/bici che attrae sempre più, e i cittadini possono sposarsi molto più agevolmente senza auto non solo nel tempo libero ma anche e soprattutto per gli spostamenti quotidiani. Esempio chiave Pineto che ha visto i flussi turistici aumentare costantemente insieme al numero dei residenti in controtendenza con il comune di Roseto. Le strutture ricettive con un minimo investimento economico possono diventare riferimento per cicloturisti; ristoranti e negozi che, con menù e prodotti dedicati e cicloparcheggi custoditi, possono attirare i ciclisti; stabilimenti balneari che, grazie alla posizione privilegiata lungo il tracciato bike to coast, potrebbero diventare riferimento per le diverse esigenze del turista, dai servizi strettamente balneari, a quelli ristorativi, fino all’assistenza turistica/tecnica; ecc., il tutto con una destagionalizzazione della domanda turistica che permetterebbe di prolungare la “stagione” ben oltre i tre mesi estivi canonici. Di certo, ad oggi, a volte la qualità progettuale ed esecutiva di alcuni tratti di ciclovia già realizzati lascia un po’ a desiderare, ma occorre non fossilizzarsi sulle eventuali criticità, che vanno comunque risolte, ma avere una visione strategica di un prodotto turistico che, nei prossimi anni, farà diventare l’Abruzzo, e la provincia di Teramo, un riferimento di livello internazionale. Chiediamo quindi un incontro fra FIAB, Ciclat e Comune di Roseto per contribuire a migliorare ed ottimizzare una così importante opera, portando con noi l’idea di intitolare il tracciato a Franco Sbrolla, un alfiere della mobilità sostenibile nella nostra città“.

Annunci

Informazioni su Antonella Gaita

Giornalista
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Comune, Economia, Sport, Turismo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...