Continua l’attività del Coordinamento Regionale Emergenze Zootecniche e Veterinarie affidato all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise

«Continua l’attività del Coordinamento Regionale Emergenze Zootecniche e Veterinarie affidato all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise», lo dichiara il Presidente del CdA dell’IZSAM, Manola Di Pasquale. Anche se il Centro Coordinamento Soccorsi, situato al Parco della Scienza, è stato definitivamente chiuso, la task force dell’IZSAM resterà attiva ancora per tutta questa settimana, e si sta valutando anche la prosecuzione del servizio, vista la mole delle richieste pervenute dagli allevatori.

La sede istituzionale si trova presso il Comando dei Carabinieri Forestali, con un’interfaccia operativa all’interno dell’IZSAM. I riferimenti restano sempre gli stessi: ci si può rivolgere all’ Help Desk – attivo tutti i giorni inclusi i festivi dalle 08.00 alle 20.00 – chiamando il numero 0861332500 (da cellulare) oppure il numero verde 800082280 (da fisso) e utilizzare l’indirizzo e-mail iuvene@izs.it per l’invio di informazioni e materiale fotografico a supporto delle segnalazioni.

Questi recapiti possono essere utilizzati anche da chiunque (ditte private, singoli o Enti pubblici), intenda collaborare con le donazioni di mangimi per gli animali da reddito. «Una delle attività svolte dall’IZSAM è proprio quella di aiutare gli allevatori in maniera diretta, consegnando loro dei “buoni” per i mangimi che poi possono essere fisicamente ritirati nei siti di stoccaggio», aggiunge il Presidente Di Pasquale. Anche i centri di raccolta di alimenti per animali di Teramo, L’Aquila e Pescara resteranno operativi.

«Ringrazio quanti hanno collaborato e continuano ad adoperarsi in maniera fattiva alla risoluzione delle problematiche legate a questa emergenza – sottolinea il Presidente Di Pasquale – dalle associazioni di categoria ai volontari che hanno lavorato insieme ai Forestali e alla Protezione Civile. Sono stati raccolti circa 200 quintali di foraggio e 3 quintali di granaglie che sono stati donati agli allevatori che hanno avuto stalle crollate o inagibili a causa della neve e del terremoto».

Un’altra emergenza che stiamo affrontando, purtroppo, è quella dello smaltimento delle carcasse di animali: è importante comunicare agli allevatori che i costi saranno sostenuti dalla Protezione Civile. Dopo aver ottenuto il certificato di morte dell’animale da parte del Servizio Veterinario della Asl, gli allevatori potranno rivolgersi direttamente alle ditte che poi emetteranno fattura alla Protezione Civile. Sono state selezionate da Albi di Enti Pubblici, tra le altre, la ILSAP di Latina e Maurizio Martena di Avezzano.

Annunci

Informazioni su Antonella Gaita

Giornalista
Questa voce è stata pubblicata in Scienza e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...