Tanti comuni della montagna Teramana sono senza corrente elettrica

Il comune di Montorio come tanti altri comuni della montagna Teramana sono senza corrente elettrica da martedì scorso, 5 giorni e nessuno si preoccupa delle tante imprese ferme in particolar modo di quelle commerciali del settore alimentare, come pure dei pochi cittadini rimasti. Dopo il terremoto dei giorni scorsi molte famiglie sono fuggite verso il mare, ma per i meno fortunati che sono rimasti a casa al freddo polare, che da giorni attanaglia in particolar modo la nostra montagna come la nostra Provincia, sono alla disperazione.

Come faranno le nostre imprese a onorare i pagamenti se i cittadini non ci sono più nei loro paesi e quindi acquistano altrove i prodotti alimentari ed altro? In questi giorni abbiamo letto sulla stampa locale tanti appelli di direttori di giornali e sindaci ma tanti altri Sindaci sono stati in silenzio non evidenziando le difficoltà di tanti loro concittadini e operatori commerciali. Purtroppo però assistiamo che la politica di Centro Sinistra, anche in questa emergenza straordinaria, continua a distribuire cariche vedi ultimamente l’Ente Porto che ancora una volta la presidenza viene data ad un politico e non ad un imprenditore o esperto del settore. La Confartigianato Teramo, da sempre contraria a questa presidenza politica, vede purtroppo anche la complicità della Camera di Commercio tramite l’attuale presidente che invece di sostenere le imprese del settore a questa carica vota a favore di un politico. Comincia proprio bene il direttore della CNA Lanciotti da poco eletto presidente, senza il voto della nostra associazione, che si mette a disposizione della politica invece di proporre imprese del settore. Ritornando ai problemi della mancanza di energia elettrica, molte imprese del settore alimentare residenti in questi comuni e principalmente nel comune di Montorio al Vomano si sono rivolte alla nostra associazione visto che, sentito i responsabili dell’Enel, la mancanza di dell’energia si protrarrà per altri giorni, molti sono alla disperazione, hanno dovuto buttare tanta merce come mozzarelle, prodotti surgelati ed altri prodotti che hanno bisogno di freddo per la loro conservazione. Quando tornerà la corrente elettrica a tutti i paesi al buio compreso Montorio? Almeno l’Enel vuole dire, in linea di massima, quando tornerà l’illuminazione nelle case e nelle attività imprenditoriali? Come verranno risarciti? chi si occuperà dei loro problemi? il mancato incasso di questi giorni porterà ancora altre imprese alla chiusura delle loro attività, nessuno che si preoccupa di loro abbandonati a loro stessi. La nostra Associazione si attiverà presso la Regione Abruzzo, e insieme ai sindaci di questi comuni chiederanno lo stato di calamità al fine di trovare soluzioni ed avere i dovuti risarcimenti dei tanti danni subiti dalle imprese al fine di scongiurare la chiusura della loro attività“.

Annunci

Informazioni su Antonella Gaita

Giornalista
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Cronaca e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...