Zunica (PD): “L’Ospedale Val Vibrata di Sant’Omero non verrà chiuso né tantomeno ridimensionato!”

Secondo alcuni ci sarebbero in campo operazioni politiche che porterebbero alla chiusura del presidio ospedaliero vibratiano“, dichiara il componente della segreteria regionale PD Abruzzo Elvezio Zunica.

Se si leggessero i documenti ufficiali, le cosiddette “carte”, si capirebbe in un batter d’occhio come l’esistenza dell’Ospedale di Sant’Omero non è stata mai messa in discussione da questa Giunta Regionale.
Gli articoli apparsi sulla stampa e sui social network sono destituiti di qualsiasi fondamento ed hanno solo creato allarmismo fra i cittadini vibratiani.
Veniamo alle “carte”:
1) Programmazione sanitaria 2016-2018 e Riordino della Rete Ospedaliera Regione Abruzzo approvati dall’attuale Giunta regionale nel Luglio scorso:
a) si conserva il pronto soccorso H24 anche se alcuni in passato afferivano il contrario;
b) sono stati aumentati i posti letto a 130;
c) si specializza il P.O. vibratiano per renderlo un punto di riferimento provinciale per le discipline di ostetricia e ginecologia, tant’è che negli ultimi due anni si sono raggiunti circa 800 parti /anno;
d) viene si oggi classificato come ospedale di base per rientrare negli stretti vincoli del DM 70 (Decreto Lorenzin), ma conserva comunque tutti i reparti ad oggi presenti e non vi saranno tagli in tal senso.
2) Deliberazione n. 1380 del 30/11/2016 della Asl di Teramo ad oggetto “Adozione strumenti di programmazione 2017-2019” pubblicata il 22/12/2016 sull’Albo pretorio on line dell’azienda teramana: nel capitolo “Piano Strategico Aziendale 2017-2019” viene riportata l’analisi economica in cui si conferma l’opportunità di realizzare un nuovo ospedale in Provincia e di conservare il P.O. di Sant’Omero potenziandone le attività.
Si vuole evidenziare, inoltre, come sarebbe illogico, antieconomico e antistrategico per l’intera Regione Abruzzo, chiudere un presidio di “frontiera” quale il P.O. vibratiano, baluardo necessario a contrastare la mobilità passiva verso le vicine Marche, non che risultante essere l’unico presidio a norma dell’intera provincia.
Cogliamo l’occasione, inoltre, per ringraziare tutto il personale dell’Ospedale di Sant’Omero, che, nonostante la carenza di risorse umane che purtroppo riguarda l’intera Asl teramana, risulta essere il più produttivo della Provincia.
L’attuale maggioranza regionale unitamente al Partito Democratico sta investendo sulla Sanità vibratiana. Basta con il creare inutili ed infondati allarmismi tra i cittadini con il semplice scopo di tornare alla ribalta sulla scena politica. Sul diritto alla salute non si gioca e si ha il dovere di dire come stanno realmente le cose“.

Annunci

Informazioni su Antonella Gaita

Giornalista
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Sanità e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...