Valori cooperativi: tratti distintivi con cui competere

La costituzione dell’Alleanza suggella la volontà comune di dare un volto unitario alla cooperazione abruzzese che apporterà nuova linfa al movimento cooperativo nella nostra Regione” commenta Fernando Di Fabrizio, Presidente dell’Alleanza Cooperative Italiano Abruzzo – il coordinamento che unisce le tre Associazioni più rappresentative del movimento cooperativo: Agci, Confcooperative e Legacoop – all’apertura della prima Assemblea Regionale che si è svolta questa mattina presso la Riserva Naturale Regionale Lago di Penne.

Il coordinamento dell’Alleanza è nato il 12 Giugno 2013, circa due anni dopo quello nazionale; l’Abruzzo è stata la seconda Regione d’Italia, dopo l’Emilia Romagna, a costituirlo, spinti dalla convinzione che la collaborazione tra le tre Associazioni giovasse sia alle imprese che al movimento stesso.

L’Alleanza ha favorito il consolidarsi di un clima di collaborazione già esistente tra le tre Centrali e stimolato le rispettive strutture e le cooperative aderenti a lavorare in modo più sistematico ad iniziative comuni. I progetti più significativi nati come Alleanza Cooperative Italiane Abruzzo sono: Rigenerazione Urbana per approfondire le problematiche riguardanti il disagio abitativo e socio – economico, Convenzioni con le Banche, Tavolo Tecnico-sindacale istituito nel 2012 per la sottoscrizione dell’accordo regionale di gradualità per l’applicazione del CCNL, Legge sulle cooperative di Comunità, Legge regionale sulla cooperazione sociale mista e La Casa della Cooperazione: a L’Aquila si costituirà la prima sede regionale dell’Alleanza e la struttura sarà a disposizione di tutte le cooperative aderenti alle tre Associazioni.

Snocciolando i dati della cooperazione in Abruzzo le tre Centrali associano 625 cooperative che danno lavoro ad oltre 8 mila persone, aggregano quasi 106 mila soci e sviluppano oltre 1,3 miliardi di euro.

Il progetto dell’Alleanza Cooperative Italiane consente di affrontare e vincere sfide alcune sfide, come la lotta all’illegalità e alla corruzione che le singole centrali, da sole, non potrebbero sostenere – commenta Mauro Lusetti, Presidente Nazionale di Legacoop –  Un’altra sfida che solo l’Alleanza Cooperative Italiane può vincere è di tipo culturale, ovvero di essere portatori di un sistema di valori che sono le scommesse del futuro: biodiversità, ambiente, tutela del suolo, ricambio generazionale, centralità delle persone”.

La centralità del capitale umano da cui ne consegue l’importanza di investire sulle competenze professionali è il messaggio che lancia anche Giancarlo Zappacosta, il Direttore del Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio, individuando nella forza dell’“Accoglienza” il valore aggiunto dell’offerta turistica regionale.

Ha concluso i lavori dell’Assemblea il Vice Direttore della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli, il quale evidenzia il carattere positivo dell’unione delle tre Centrali Cooperative, convinto che la capacità di fare rete renda efficiente e competitivo tutto il sistema.

Annunci

Informazioni su Antonella Gaita

Giornalista
Questa voce è stata pubblicata in Convegni, Economia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...