Simone Gambacorta è il nuovo Segretario del Premio Teramo

Giornalista, critico letterario, organizzatore e curatore di rassegne letterarie, vincitore del Premio Flaiano per la Critica 2010, eccetera, eccetera, eccetera…

Da sinistra: Simone Gambacorta, Maurizio Brucchi e Marco Tancredi

Non ha bisogne di molte presentazioni se non di un’aggiunta ai suoi impegni: sarà il nuovo Segretario del Premio Teramo giunto alla sua 42° edizione. Parliamo di Simone Gambacorta la cui nomina è stata ufficializzata dal sindaco di Teramo Maurizio Brucchi e dal Presidente della Commissione Cultura Marco Tancredi.

Il Premio Teramo non è morto e non morirà – ha esordito Brucchi – Ringrazio il segretario uscente, Gianni Melozzi, per il lavoro svolto. Il Premio ha avuto parentesi più o meno lunghe (1978-1986 ndr) anche a causa delle ristrettezze economiche”.

Brucchi ha ripercorso brevemente la storia del Premio ricordando i nomi di scrittori che hanno partecipato alle numerose edizioni (Edith Bruck, Andrea Zanzotto, Piero Chiara, Dolores Prato, Alberto Bevilacqua, Silvio Guarnieri, Mimì Zorzi, Raffaele Nigro, Gennaro Manna, Maria Luisa Spaziani, Rossana Ombres, Mario Pomilio, David Maria Turoldo, Giovanni Raboni, Antonio Altomonte, Vanni Ronsisvalle, Giacinto Spagnoletti, Ferdinando Camon, Carlo Sgorlon, Giorgio Soavi, Renato Minore, Alberto Lecco, Grazia Livi, Gianni Gaspari, Carlo Bernari, Luca Desiato, Claudio Marabini, Giuliano Manacorda, Ferruccio Ulivi, Paolo Barbaro) e alle varie giurie che si sono succedute negli anni per passare, poi, la parola al nuovo Segretario.

Come primo input – ha spiegato Gambacorta, dopo aver ricordato Giammario Sgattonivorrei fare un regolamento che non c’è mai stato e che deve esserci, come in tutti i premi. Intendo fare in modo che ci si riappropri del Premio rendendo fruibile a tutti un patrimonio di circa 15mila racconti per creare un lavoro di ricerca. Bisogna, però, cambiare la mentalità. Bisogna fare economia riducendo, ad esempio, il numero dei giurati. Bisogna trovare partner che diano un contributo pecuniario e case editrici locali, perché ci sono, che siano interessate a pubblicare i racconti. Il vincitore deve essere del Premio Teramo e non di un premio in denaro. L’obiettivo principale è far sì che il Premio mantenga il minimo perché i progetti straordinari si fanno su basi solide, ragionando per step”.

Il nuovo bando sarà presentato entro i primi mesi del 2012.

Annunci

Informazioni su Antonella Gaita

Giornalista
Questa voce è stata pubblicata in Premi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...